Loading posts...
  • Il potere della Narrazione | Vita di Pi e il Viaggio dell’Eroe

    Vita di Pi poggia su un intricato sistema simbolico che si nutre di figure prese in prestito da diverse religioni e correnti spirituali.
    È stato spesso interpretato come una critica a un approccio alla vita basato sulla ragione, ma in realtà il discorso è più complesso; il film ha come tematica principale la celebrazione dello Storytelling e del Mito, strumenti indispensabili per giungere a una comprensione più profonda dell’esistenza umana.

  • Godzilla calpesta il logo del Jurassic Park

    Storytelling d’intrattenimento per esorcizzare la Storia: Godzilla

    Alcune delle tematiche presenti nelle rappresentazioni “originali” di Godzilla vengono totalmente ribaltate quando a trattare quest’icona (ormai universale) sono sistemi culturali diversi da quello che l’ha partorita… ma ogni tanto questo accade solo parzialmente; e noi, da spettatori di una forma di intrattenimento “di genere”, non riusciamo ad afferrare la complessità che regge la narrazione, capace di scendere molto più in profondità di quanto possiamo sospettare.

  • Jena Plissken combatte con degli zombie

    Arco di Trasformazione del Personaggio e Pessimismo: Carpenter, Romero

    Quando si parla di Scrittura Creativa e Storytelling, una delle regole più citate è quella che il personaggio principale della narrazione deve possedere un buon Arco di Trasformazione.

    Romero e Carpenter, due registi che presentano parecchi punti di contatto, sono accomunati anche dal fatto di aver creato interessantissimi personaggi ad arco piatto (talvolta con l’aiuto dei loro sceneggiatori) e di averli calati in contesti sociali estremamente pessimisti; ridefinendo ogni volta la sintassi dei vari generi in cui si sono cimentati.

  • Definire i personaggi tramite una scena di sesso | La Forma dell’Acqua

    In La Forma dell’Acqua di Guillermo del Toro le scene di sesso sono sfruttate per definire i personaggi di una storia e i loro rapporti, ma anche per approfondire le tematiche proposte all’interno della narrazione.

  • Sviluppo di Eroe e Mondo Narrativo, 14 interessanti esempi di Storytelling

    La corrispondenza o la differenziazione tra la condizione in cui si trova il personaggio principale e quella in cui si trova il Mondo Narrativo è un elemento fondamentale da prendere in considerazione nell’analisi di una storia.
    Ecco qualche esempio ben riuscito di Storytelling, in cui in cui l’interazione tra Eroe e Mondo Narrativo contribuisce a dilatare la profondità e l’efficacia della narrazione.

  • Mondo narrativo e sviluppo del personaggio: il caso Star Wars

    Il Mondo Narrativo è in molti racconti un’espressione diretta del personaggio principale, e spesso, nel corso di una narrazione, Eroe e Mondo Narrativo evolvono parallelamente da uno stato cosiddetto di Schiavitù a uno stato di Libertà.
    La saga di Star Wars rappresenta perfettamente questo modello.

  • Guybrush e Stan di Monkey Island con uno degli alieni di Space Invaders.

    Video (e Retro) Gaming. Intervista a Gianluca Santilio

    Gianluca Santilio è un esperto di videogiochi e retrogaming.

    Gestisce “L’Archivio del Sig. Santilio”, un canale Youtube denso di contenuti e approfondimenti sul tema.

    Nonstante il suo sia un tono sempre pacato e lontano da inutuli sensazionalismi, Gianluca non risparmia critiche al mondo del gaming; che, a suo dire, dovrebbe concetrarsi su approfondimenti ben contestualizzati piuttosto che inseguire freneticamente trend e mode del momento.

  • Sherlock Holmes e Moby Dick

    Alessandro Gebbia: Hippie, Holmes e Balene Bianche

    Alessandro Gebbia è docente di Letteratura Inglese alla Facoltà di Lettere e Filosofia de “La Sapienza” di Roma. Ha pubblicato, tra l’altro, saggi su Samuel Bellow, Northrop Frye, Jack Kerouac, Jack London, Philip Roth, sul teatro canadese, sulla letteratura beat e su quella chicana. È stato il presidente dell’Associazione Italiana di Sherlock Holmes, oltre ad aver collaborato con varie testate e programmi culturali.
    Ci ha parlato della letteratura angloamericana (più correttamente della letteratura in lingua inglese) di questi primi venti anni del 2000, ma anche dei corsi di Scrittura Creativa, di Beat generation e di grandi romanzi e autori del passato. C’è stato spazio anche per un piccolo appunto sulla situazione, non proprio esaltante, della letteratura italiana contemporanea.

  • Once Upon a Time… in Hollywood, la scena del tetto

    In Once Upon a Time… in Hollywood siamo di fronte a un’altra meravigliosa prova del Tarantino sceneggiatore.
    Sappiamo che nei migliori script nulla è lasciato al caso. Ma allora, che funzione ricopre all’interno della narrazione una scena apparentemnte futile come quella in cui Cliff si arrampica sul tetto di casa Dalton per riparare un’antenna?

  • Intervista a Simone Berni, il “cacciatore di libri”

    Ecco a voi il più celebre cacciatore di libri del paese!
    Nei suoi scritti Simone Berni non si fa problemi a trattare libri dalle tematiche “pop” e a portare a galla argomenti tenuti a margine dalla bibliofilia tradizionale, regalandoci sempre spunti interessanti e “vivi”.
    Il suo Manuale del Cacciatore dei Libri Introvabili è ormai un libro cult e necessario per chiunque voglia apprendere i trucchi del mestiere e diventare un vero books hunter.